14^ Rassegna Internazionale Cinema Scuola
LO SPETTACOLO DEL MONDO

Sono responsabile d’altri, rispondo d’altri.

L’altro uomo, che di primo acchito fa parte di un insieme

che tutto sommato mi è dato, come l’insieme del mondo,

come lo spettacolo del mondo, l’altro uomo emerge in un certo modo

da tale insieme precisamente con la sua apparizione come volto.

Il volto non è semplicemente una forma plastica,

ma è subito un impegno per me, un appello a me,

un ordine per me di trovarmi al suo servizio.

Emmanuel Lévinas

Un nuovo umanesimo che ci porti, ad ogni livello, a rimettere al centro l’uomo, la persona. Le parole del filosofo Lévinas, più di ogni altro, ci aiutano a sintetizzare quella relazione stretta che c’è fra l’insieme delle cose del mondo e l’uomo, partendo dal suo volto e dalla responsabilità che questo richiama verso se stesso e l’altro. E quale mezzo e quale arte più del cinema può mostrarci quel volto in tutta la sua potenza e nudità, capace di scuoterci e metterci in cammino! I film che abbiamo scelto per questa 14^ edizione osano un’idea di comunità nelle sue diverse forme, culture, religioni, espressioni in cui al centro persiste la possibilità di un uomo rinnovato, alla ricerca della sua stessa profonda umanità. È questo lo spettacolo del mondo. Non il cinema in sé, che resta uno degli strumenti più potenti per guardare e riflettere, ma l’uomo che cerca, prova e ritrova il suo essere, il suo volto. E lo racconteremo attraverso film che si confrontano con le questioni sempre aperte dell’immigrazione, dei razzismi, dello sfruttamento, dei bullismi e delle violenze quotidiane, delle guerre, dell’ambiente, dei diritti e doveri violati a cui contrapponiamo l’accoglienza, la giustizia, lo sviluppo, la libertà, la dignità, la cura dei beni comuni cercando risposte che spingano piccoli e grandi a ripensare il mondo che abbiamo ereditato e quello che lasceremo. Alzare lo sguardo, raccontare da prospettive diverse e inconsuete, riflettere, indignarsi, produrre pensiero e senso critico, mettere in discussione le nostre quotidiane comodità o abitudini, inquietarsi, emozionarsi, divertirsi, meravigliarsi, ripensarsi in armonia con la natura, con il passato, con il futuro, con il volto dell’altro. Non è forse questo lo spettacolo del mondo?

Buone visioni!

Rosa Ferro
direttrice artistica

Scarica qui tutto il programma: http://bit.ly/NuovoFantarcaCinema